Ricerca Medico
Albo Online

Eventi

24 Maggio 2015

“Diete, nutrifito-integratori, nutrizione enterale e parenterale per benessere, prevenzione o supporto in patologie medico-chirurgiche” è il titolo del corso che si terrà giorno 6 giugno 2015 presso l’aula magna del Policlinico “G. Rodolico” di Catania. A fare da relatore sarà il Prof. C. Rinzivillo. Il corso è organizzato dall’associazione socio-culturale Axada Catania e rientra nel progetto CARE promosso dalla stessa associazione. Il progetto CARE (Continuo Advances for Reaching Excellence) si propone di raggiungere “l’eccellenza” attraverso un programma di formazione continua attraverso congressi e corsi teorico-pratici.

La partecipazione al corso verrà valutata inoltre 0,5 crediti ADE, utili nel percorso formativo degli studenti del corso di laurea in Medicina e Chirurgia.

Posted in Eventi | Tags: ,
11 Maggio 2015

Sabato 9 Maggio 2015 si è tenuto il corso dal titolo “Gestione del Diabete in età pediatrica”, presso l’aula Magna della Scuola “Facoltà di Medicina” al Policlinico Gaspare Rodolico di Catania. Il corso è stato organizzato dall’associazione socio-culturale Axada Catania, da sempre molto attiva nell’organizzazione di attività di pertinenza medico-scientifica, dedicandosi all’organizzazione di corsi e congressi rivolti soprattutto ai giovani medici e agli studenti di medicina e degli altri corsi di laurea sanitari.

Dopo i saluti del Prof. Francesco Basile, Preside della Scuola “Facoltà di Medicina” dell’Università degli Studi di Catania, le relatrici Prof.ssa Manuela Caruso, Docente di Pediatria dell’Università di Catania, e la Dott.ssa Donatella Lo Presti, Dirigente Medico della Clinica Pediatrica A.O.U. “Policlinico Vittorio Emanuele”, hanno affrontato i principali punti sulla gestione del diabete mellito di tipo I con riferimenti pratici sulla diagnosi, sulle modalità di presentazione della malattia e sulla sua gestione.

I pazienti affetti da diabete mellito di tipo I rappresentano solo una parte di quella che è la popolazione affetta dal diabete, patologia la cui incidenza e prevalenza è in costante aumento. Il corso ha puntato l’attenzione sulla necessità di sensibilizzare e far conoscere tale patologia perché una diagnosi precoce evita quelle che sono le numerose complicanze sia acute che croniche.

Tra le complicanze acute è stata in particolare presa in esame la chetoacidosi diabetica, della quale la prof.ssa Caruso ha ampiamente parlato facendo riferimento in particolare alla sua gestione.

Inoltre, trattandosi di una patologia cronica che insorge nel bambino, è altresì importante garantire uno stile di vita corrispondente a quello dei soggetti sani ed oggi, grazie agli innumerevoli progressi, ciò è possibile. L’uso di terapie innovative e di strumenti che permettono di gestire con maggiore flessibilità la patologia, come “La conta dei carboidrati”, ha permesso di ottenere una gestione migliore del paziente. Di questo aspetto ha parlato la dott.ssa Donatella Lo Presti, mostrando in maniera minuziosa quella che è la gestione di un paziente con Diabete di tipo I sia sotto l’aspetto terapeutico che alimentare.

Più di 300 studenti hanno partecipato con molto interesse all’argomento ponendo quesiti ad entrambe le relatrici: un nuovo successo per Axada, che continua a dimostrare la crescita qualitativa e quantitativa dell’Associazione.

18 Febbraio 2015

L’associazione socio-culturale Axada, che nel mese di luglio del 2014 ha festeggiato il suo quarto anniversario dalla fondazione, rappresenta ormai un punto riferimento consolidato per la realtà giovanile catanese e della Sicilia centro-orientale, tanto da annoverare il superamento della soglia dei 500 iscritti già nel primo periodo del nuovo anno sociale. Il patrimonio umano che muove l’Associazione è costituito in prevalenza da giovani medici e professionisti operanti nella sanità, ma sono presenti anche studenti di medicina e di altri corsi di laurea dell’ateneo catanese (odontoiatria, psicologia, biologia, giurisprudenza, infermieristica) nonché giovani professionisti appartenenti ad altri ambiti. Tale eterogeneità di composizione è proprio quell’elemento che ha conferito e conferisce ad Axada le potenzialità per poter divenire, in maniera sempre più netta, una preziosa fonte di energie creative e di risorse umane e professionali da mettere a disposizione della società, per perseguire l’ambizioso progetto di migliorarne alcuni aspetti. Altra finalità dell’Associazione è quella di promuovere momenti di socializzazione fra i suoi iscritti, per potenziare la coesione del gruppo con la conoscenza reciproca e favorire il libero scambio di idee, fondamentale terreno fertile per la nascita di progetti nuovi e di notevole interesse per tutti. In generale, le attività dell’Associazione si muovono su tre sfere di ambiti differenti ma complementari: da una parte, l’assistenzialismo su base volontaria e le attività di sensibilizzazione ad assumere comportamenti solidali e socialmente utili (quali per esempio l’attività di assistenza sanitaria gratuita, l’annuale campagna di sensibilizzazione alla donazione di sangue e il banco farmaceutico); dall’altra, l’organizzazione di congressi e di attività teorico pratiche di pertinenza sanitaria finalizzati alla formazione degli studenti e all’aggiornamento dei medici, con attribuzione di crediti universitari ADE e di crediti ECM; “least but not last”, gli eventi formativi di interesse più generale (quali per esempio i corsi di lingua inglese e spagnola, i cineforum, i “momenti letterari” con approfondimenti su varie tematiche e la redazione di un periodico online dell’associazione) e i momenti di aggregazione giovanile.

L’apertura del nuovo anno sociale è stata bandita nell’ottobre del 2014 dal congresso dal titolo “L’Endometriosi oggi”, e dal piacevole ritorno del corso di clown- therapy che, anche nella sua nuova edizione, ha permesso di formare 76 nuovi volontari che presteranno servizio nelle degenze pediatriche dell’Azienda Ospedaliero – Universitaria “Policlinico – Vittorio Emanuele” nel corso dell’anno 2015. Il gruppo di soci che hanno partecipato alla precedente edizione del corso di clown therapy Axada ha avuto modo inoltre di conoscerne il padre fondatore di tale disciplina, Patch Adams, in visita a Catania nel mese di giugno scorso, un medico che al tempo stesso lavora come attivista per la pace, la giustizia e la cura del prossimo e ha da poco aperto negli Stati Uniti un centro per dispensare terapie gratuite a chiunque ne abbia di bisogno.

Il 2015 è stato inaugurato dalla seconda edizione del “Corso di Tecniche Chirurgiche di base”, di particolare utilità per tutti i soci che opereranno o che lavorano già in ambito sanitario, perché costituito soprattutto da attività di carattere pratico, svolte sotto la guida di chirurghi tutor qualificati.

Inoltre, come di consueto, sono in programma numerose iniziative di aggiornamento e di formazione di natura congressuale, su patologie ad elevata ricorrenza e su altri argomenti molto attuali. A dare il via a tale tipologia di attività associativa sarà il Presidente dell’Ordine dei Medici e degli Odontoiatri di Catania, il Prof. Massimo Buscema, che il 24 gennaio terrà un congresso sui tumori della tiroide presso l’aula magna del Policlinico Universitario etneo. Si elencano di seguito alcune delle altre problematiche che verranno affrontate nei congressi dell’anno sociale in corso, tutte con approccio multidisciplinare: herpes simplex genitalis; carcinoma del colon retto; malattie croniche e deficit dell’accrescimento; diete, nutri-fitointegratori e nutrizione clinica enterale – parenterale per prevenzione e supporto di patologie varie. Inoltre l’Associazione sarà responsabile dell’organizzazione del “Primo meeting cardiologico catanese”, dal titolo “Updates in Hearth failure”, e promuoverà incontri di informazione e formazione su tematiche di pertinenza sanitaria di più ampio respiro, quali “Qualità, good e malpractice in sanità” e “La rivista medico scientifica”.

Infine, si segnala che entro il 2015 verranno attivate dall’associazione delle opportunità di scambio con l’estero ai fini della formazione professionale e di volontariato.

L’associazione socio-culturale Axada è aperta in qualsiasi momento dell’anno sociale ad accogliere tutti coloro i quali volessero contribuire direttamente con il proprio entusiasmo e le proprie idee a coltivare e far crescere i progetti già esistenti, coloro i quali avessero desiderio di avanzare nuove proposte, ma anche chiunque volesse esclusivamente fruire dei servizi e delle numerose attività già esistenti (http://www.axadacatania.com/), e sempre in coerenza con lo spirito fondante del gruppo, ben concettualizzato dal motto dell’associazione: ”Per Aspera ad Astra!”.

Dott.ssa Michela Cannarozzo

8 Febbraio 2015
Si è chiuso da qualche giorno, il “II Corso teorico-pratico di tecniche chirurgiche di base”, organizzato dall’associazione socio-culturale Axada Catania. Il corso è stato un’ottima occasione per entrare nel mondo della chirurgia partendo dalle sue basi

Sono stati oltre 100 i giovani medici e gli studenti che hanno preso parte al corso, cimentandosi con aghi, fili, pinze e “zampe di maiale”, prendendo così maggiore confidenza con la strumentazione chirurgica ed i materiali di sutura. Una buona partecipazione preannunciata dai risultati della prima edizione del corso, svoltosi l’anno scorso e dunque riproposta, anche per l’elevato numero di richieste pervenute all’Associazione.

L’obiettivo principale del corso è stato quello di insegnare o approfondire i principi di base riguardo la strutturazione di una sala operatoria e l’asepsi in ambiente operatorio, lo strumentario chirurgico di base, i materiali necessari per le suture, le pratiche di sutura, i principali nodi chirurgici, la classificazione e la gestione delle ferite.

Il corso è stato in inaugurato sabato 10 Gennaio 2015 presso il Policlinico Universitario etneo alla presenza, tra gli altri, del Presidente dell’associazione Axada, Dott. Salvatore Giovanni Vitale, e del Prof. Salvatore Costa, docente di Chirurgia Generale del Corso di Laurea in Medicina e Chirurgia dell’ateneo catanese. L’incontro inaugurale è stata l’occasione per trattare trattato gli argomenti di base della chirurgia: la sala operatoria, come è strutturata ed il comportamento idoneo da tenere al suo interno, la strumentazione chirurgica, aghi e fili chirurgici e le ferite, con la loro gestione e il loro trattamento.

Alla parte teorica ha fatto seguito la seconda parte del corso, quella pratica, in cui piccoli gruppi di iscritti al corso hanno avuto la possibilità di “imparare facendo”, esercitarsi e prendere confidenza con le procedure di preparazione chirurgica (lavaggio delle mani, inserimento di guanti e camici sterili, preparazione del campo chirurgico), con gli strumenti del chirurgo (aghi e fili, pinze, forbici) e con le tecniche di base (nodi chirurgici, suture e rimozione dei punti di sutura).

Il corso è stato patrocinato dall’Ordine dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri di Catania, e dalla S.P.I.G.C. (Società Polispecialistica Italiana dei Giovani Chirurghi). Questo corso inoltre rientra nell’ambito del Progetto CARE (Continous Advances for Reaching Excellence) promosso dalla stessa Axada Catania, progetto che ha nella formazione concreta e nel “fare” una delle sue prerogative principali.

“Il corso di tecniche chirurgiche di base” – ha dichiarato il Presidente di Axada, Dott. Salvatore Giovanni Vitale – “è stato di certo un’opportunità concreta, i giovani medici e gli studenti, di aggiungere un piccolo tassello alla propria formazione medica fatta sia di teoria, fondamento del sapere scientifico, sia di pratica, fondamento dell’attività quotidiana del buon medico”.

“Questo corso” – ha puntualizzato Vitale – “si inscrive nell’ambito del Progetto CARE (Continous Advances for Reaching Excellence) promosso dall’associazione socio-culturale Axada Catania. Tale progetto, in un periodo di grande razionalizzazione dei costi sanitari, si propone di innalzare gli standard formativi, puntando su qualità, pragmatismo e rigore scientifico, senza gravare sulle risorse destinate alla formazione con oneri economici aggiuntivi. “

“Scopo del progetto – conclude Salvo Vitale-  è la creazione di un fitto network di partner universitari, istituzionali, ospedalieri e territoriali, che sia un punto di riferimento per l’organizzazione di training e workshops specialistici teorico-pratici per medici specializzandi, giovani specialisti, odontoiatri in formazione ed altri professionisti della sanità. il metodo didattico è incentrato su un forte pragmatismo, con lo scopo di agevolare i giovani nella crescita clinica e nel potenziamento di conoscenze, competenze e professionalità”.

Mattia S. Gangi

 

Fonte Originale