Ricerca Medico
Albo Online

News dal mondo della Sanità

17 Aprile 2015
Nel cuore del “quartiere europeo”di Bruxelles, a rue de l’Industrie 24, nei pressi del Parlamento e della Commissione europea, è stata inaugurata lo scorso venerdì 10 aprile la nuova Domus medica europea, uno stabile liberty di 5 piani acquisito e ristrutturato dalla UEMS (Unione europea dei medici specialisti), grazie anche all’impegno del tesoriere UEMS Giorgio Berchicci e del Consiglio generale dell’associazione a cui aderisce la FNOMCeO.

“La sede della UEMS, la Domus Medica europea, è la realizzazione di un sogno lungamente accarezzato”, hadichiarato l’attuale presidente della UEMS, Romuald Krajewski. “In questa sede”, ha proseguito il presidente Krajewski, “le associazioni mediche europeepotranno trovare la loro casa comune con spazi di lavoro dedicati. Gli ufficisono a disposizione delle sezioni, dei gruppi di lavoro e dei membri della UEMSe di tutti i colleghi, le istituzioni e le organizzazioni alla ricerca di unospazio dedicato ai temi della sanità e della professione. È un grande piacere per me, come attuale presidente della UEMS, dare il mio benvenuto a tutti in questa sede unica.”

Ed è con l’apertura della DomusMedica Europea, che il nuovo Presidente FNOMCeO, Roberta Chersevani, ha sceltodi inaugurare anche la sua partecipazione alle attività delle associazioni mediche europee a cui aderisce la FNOMCeO, insieme ai delegati UEMS dellaFNOMCeO e al presidente degli Ordini europei (CEOM), Nicolino d’Autilia. “La mia famiglia ha origini istriane, sono nata a Trieste e ho compiuto parte dei miei studi all’estero.Sono una cittadina italiana ed europea, e in questo spazio mi sento a casa”, ha esordito la dr.ssa Chersevani nel suo discorso d’inaugurazione alla presenza dei membri della UEMS e dei presidenti delle altre associazioni medicheeuropee. “Nell’orizzonte europeo della libera circolazione dei professionistisanitari e della mobilità dei pazienti, questa casa comune delle associazioni mediche europee può rappresentare uno spazio di dialogo e condivisione per affrontare le sfide di una sanità senza confini, che richiede e richiederà sempre più una voce comune dei professionisti europei”, ha concluso il Presidente FNOMCeO.

Lo spazio è ora a disposizionedelle altre associazioni mediche europee, invitate a condividere la sede per arrivare alla costituzione di una vera e propria Domus Medica europea.

(nella foto: Il Presidente FNOMCeO Roberta Chersevani al centro, con la delegazione italiana alla UEMS (da sinistra a destra): Salvatore Ramuscello (vice-presidente UEMS), Raffaele Gimigliano, Nicolino D’Autilia (presidente CEOM), Gian Battista Parigi, Pier Attilio Bergamo, Giorgio Berchicci (tesoriere UEMS).

Nunzia Napoleone – Ufficio Relazioni Internazionali FNOMCeO

Fonte originale

15 Febbraio 2015

Costituito un gruppo di lavoro congiunto tra Ordine dei medici e Cassa previdenziale. Oliveti: “Particolarmente appropriato impegnarsi in questo ulteriore sforzo istituzionale congiunto”. Conte: “Abbiamo messo il lavoro fatto con i broker a disposizione del Gruppo di Lavoro, come spunto di riflessione per una proposta comune”

La Federazione nazionale degli Ordini dei medici e degli odontoiatri e l’Ente previdenziale di categoria hanno infatti costituito un gruppo di lavoro comune con l’obiettivo di giungere a una copertura che tuteli tutte le categorie di medici e odontoiatri. I due enti si pongono così anche come interlocutori naturali per meglio definire il perimetro della responsabilità medica.
Al Gruppo di lavoro parteciperanno, perla Fnomceo, il Segretario generale Luigi Conte, il Direttore Marco Cavallo, i componenti del Comitato centrale Sergio Bovenga e Sandro Sanvenero e, per l’Enpam, il consigliere Giacomo Milillo, il vice presidente Roberto Lala e il vice presidente Vicario Giampiero Malagnino.
“Sia la Fondazione Enpam sia la Fnomceo hanno avviato nel corso del 2014 ricerche e iniziative per fornire agli iscritti le possibili risposte all’obbligo di legge – ha dichiarato il presidente della Fondazione Enpam Alberto Oliveti –. È ora particolarmente appropriato impegnarsi in questo ulteriore sforzo istituzionale congiunto”.
“La Fnomceo – precisa Luigi Conte – da quando questa nuova legge è entrata in vigore, è impegnata nella messa a punto di un progetto che possa rispondere alle esigenze dei colleghi, con l’obiettivo di portare serenità nell’esercizio professionale quotidiano. Abbiamo messo il lavoro fatto con i broker a disposizione del Gruppo di Lavoro, come spunto di riflessione per una proposta comune. Ci siamo assunti questo impegno come prioritario per rispondere a questa problematica emergente per tutti i colleghi”.

Fonte originale

15 Dicembre 2014

Da martedì 9 dicembre ha preso il via sul portale della FNOMCeO il corso Fad “Ebola” (evento n° 2603 – 113902) che assegna 5 crediti ECM. La formazione è centrata su un ampio dossier informativo e su tre casi clinici che pongono quesiti decisionali che calano l’attività formativa nella pratica quotidiana. L’evento formativo può essere seguito solo in modalità on line.

Sesto Francia

Responsabile Ufficio ECM FNOMCeO

tel. 06 36203221

Piazza Cola di Rienzo, 80/a – 00192 Roma