Ricerca Medico
Albo Online

Coronavirus

1 Aprile 2020

A tutti i Medici,
da oggi è possibile presentare la domanda per il reddito di ultima istanza prevista dall’articolo 44 del dl 18/2010.

Si tratta di un’indennità di euro 600,00 conosciuta come reddito di ultima istanza riservata a tutti i lavoratori autonomi iscritti alle professioni ordinistiche (avvocati, medici, commercialisti, geometri, psicologi, ingegneri, consulenti del lavoro).

Le risorse “statali” disponibili ammontano ad euro 200 milioni e sono ad esaurimento.

La domanda va presentata alla cassa di appartenenza ma le risorse sono rese disponibili dallo Stato e dunque nel caso di esaurimento delle risorse disponibili i richiedenti il beneficio potranno non ricevere alcun indennizzo.

Beneficiari :

lavoratori autonomi che nel corso del 2018 abbiano conseguito un reddito complessivo di euro 35.000,000 e/o di importo superiore a 35 mila e sino a 50 mila .Nel primo caso non occorre dimostrare alcuna riduzione del proprio reddito , mentre nel secondo caso occorre dimostrare una riduzione del reddito in misura non inferiore al 33,33%,

Nel calcolo del reddito occorre tenere conto di eventuali contratti di locazione stipulati quale locatore con il regime di cedolare secca.

Criterio per riduzione del 33,33% = Il confronto della riduzione va fatto sul reddito registrato nel 1° trimestre del 2019 rispetto al 1° trimestre 2020 secondo il principio di cassa (per i forfettari parcelle emesse ed incassate, per i contribuenti ordinari parcelle incassate e spese sostenute).

L’indennità non spetta ai titolari di reddito da pensione.

L’indennità non è cumulabile con le altre indennità statali (euro 600 parasubordinati, artigiani e commercianti, sportive dilettantistica, indennità agricola) .

La domanda può essere presentata a partire dalle ore 12 del 1° aprile 2020.

La domanda può essere presentata dal 1° al 30 aprile 2020 dall’area riservata del sito EMPAM. Una volta entrati, cliccare su Domande e dichiarazioni online e poi su Richiesta indennizzo statale Covid-19.