Ricerca Medico
Albo Online

News dall'Ordine

31 maggio 2018

Unitarietà e pluridisciplinarietà al servizio della medicina di base.

La medicina di base si fonde, tra ricerca e pluridisciplinarietà, integrando protocolli terapeutici con la medicina osteopatica;  questo l’obiettivo posto nel convegno di studi svoltosi il 26 maggio u.s. presso il CSdOi (Centro Studi di Osteopatia Italiano) di Catania.

Il convegno, la cui segreteria scientifica è stata affidata al dott. Marcello Scifo, medico, e al dott. Alessandro Rapisarda, osteopata e direttore del CSDOI, con la Presidenza  onoraria del dott. Nino Rizzo, Consigliere dell’Ordine dei medici di Catania, ha voluto rafforzare la sinergia tra osteopatia e medicina di base e l’importanza della formazione osteopatica alla luce del nuovo riconoscimento Ministeriale.

Il dott. Antonio Cassaro, ortopedico, e il dott. Carmelo Mandanici, osteopata, hanno sottolineato l’importanza dell’approccio osteopatico nelle problematiche ortopediche; il dott. Alfio Pennisi, pneumologo, e il dott. Michele Tuttobene, osteopata, hanno messo in evidenza l’importante supporto dell’osteopatia ai pazienti con pneumopatie acure e croniche. Il dott. Nino Rizzo, nella doppia veste di Reumatologo e rappresentante dell’Ordine dei medici di Catania, ha chiarito, in modo magistrale, la differenza tra artriti e artrosi, aprendo la strada al miglior approccio integrato di queste patologie. Infine il dott. Andrea Buscemi, osteopata, attraverso la presentazione dei migliori elaborati scientifici  – pubblicate in importanti riviste mediche e osteopatiche – ha chiarito la base dei dolori aspecifici del sistema muscolo scheletrico e la correlazione tra i sistemi.

Tutti i relatori hanno chiarito l’importanza della medicina osteopatica quale strategia terapeutica (basata sulla profonda conoscenza dell’anatomia, della fisiologia e della patologia) e non un semplice protocollo di tecniche manuali.

I medici presenti al convegno, dai vari interventi posti, hanno condiviso la necessità di rafforzare l’approccio al paziente attraverso una medicina sistemica integrata, causale più che sintomatica, come raccomandato da tutte le società scientifiche.

La risposta a questa esigenza, posta dalla medicina di base, all’interno del convegno, conferma la mission della scuola catanese di osteopatia – diretta da Alessandro Rapisarda D.O. M.R.O.I. – di rispondere, insieme alla medicina specialistica, al bisogno di terapie integrate e di una visione sistemica della medicina.